sabato 31 maggio 2014

Torneo "Ottica De Marco"




6° Torneo Minibasket
“OTTICA  DE MARCO”
CORDENONS, 01 GIUGNO 2014

SQUADRE PARTECIPANTI
GIRONE VERDE
3S Basket Cordenons 
Brugnera Basket
Pall. Vittorio Veneto

GIRONE ARANCIO
Cellina Basket
Pol. Roraigrande
Basket Laipacco

PROGRAMMA INCONTRI MATTINA
Campo interno
9.30  3S Basket Cordenons - Brugnera Basket
10.30  Brugnera Basket - Pall. Vittorio Veneto
11.30  Pall. Vittorio Veneto - 3S Basket Cordenons

Campo esterno
9.45  Cellina Basket - Pol. Roraigrande
10.45  Pol. Roraigrande - Basket Laipacco
11.45  Basket Laipacco - Cellina Basket

PROGRAMMA INCONTRI POMERIGGIO
Campo interno
15.30  3° Girone VERDE  Vs  3° Girone ARANCIO
16.30  2° Girone VERDE  Vs  2° Girone ARANCIO
17.30  1° Girone VERDE  Vs  1° Girone ARANCIO
18.30     PREMIAZIONI

lunedì 26 maggio 2014

Presentazione progetto 2014/15

Ai genitori degli atleti.
Con la presente Vi comunichiamo che  presso il Palazzetto dello Sport di via Avellaneda n. 7 verrà presentato alle famiglie il progetto per il prossimo anno sportivo 2014/2015.

Per le annate 2000, 1999, 1998, 1997 e 1996 l'appuntamento è 
venerdì 30 maggio 2014 alle ore 21.00

Per le annate 2001, 2002 e 2003 l'appuntamento è
martedì 3 giugno 2014 alle ore 21.00

Torneo U.17 Vittorio Veneto


Chiude in bellezza la stagione 2013/2014 l'Under 17 di Ivan Nonis che vince il torneo di Vittorio Veneto. Bella giornata di pallacanestro il 25 maggio nella palestra Pontavai di Vittorio Veneto. Le squadre partecipanti hanno dato vita a partite combattute ma sempre nello spirito della lealtà e della correttezza. Al mattino, la 3S Basket Cordenons ha sconfitto 52-39 un coriaceo Basket Club Porcia, mentre i trentini del Basket Paganella Lavis dopo una prima parte di match equilibrato hanno avuto la meglio sui padroni di casa della Pall. Vittorio Veneto per 55-38. Dopo la meritata pausa pranzo i ragazzi sono tornati in campo per le finali. In quella per il 3° posto, la Pall. Vittorio Veneto alla lunga ha avuto il sopravvento sul pur volenteroso Basket Club Porcia per 82-47, mentre al termine di una partita vibrante e intensa la 3S Basket Cordenons si è aggiudicata il torneo sconfiggendo il Basket Paganella Lavis per 63-60, i ragazzi di Ivan hanno dimostrato di avere gran voglia di vincere e dopo esser stati sotto di 17 punti nel 3° quarto, hanno recuperato punto su punto fino al raggiungere e superare gli avversari a 3 minuti dalla fine. Nell'intervallo della finalissima Federico Viol del Basket Club Porcia, allo spareggio con Rizzo Simone della 3S Cordenons, si è aggiudicato la gara di tiro da 3 punti. A tal proposto un ringraziamento all'organizzatore del torneo Paolo Lanza per avere dedicato questo premio del tiro da 3 punti al nostro "GAS". Complessivamente è stato un torneo di buon livello sia tecnico che agonistico e una bella esperienza aggregativa per tutti i ragazzi. Buona anche la presenza di pubblico, che più volte ha applaudito le giocate dei ragazzi in campo. Ci auguriamo che questa esperienza si possa ripetere nella prossima stagione.

sabato 24 maggio 2014

Cordenonesi nel mondo

Sabato scorso è terminata l'avventura nei playoff dell'Albignasego Padova (dove gioca Matteo Basaldella). Dopo aver eliminato il Mirano 2 a 1 nei quarti dopo 3 autentiche battaglie, l'Albignasego si è trovato di fronte il Favaro Veneto (l'under 19 della Reyer Venezia) che l'ha sconfitta 2 a 0.
Comunque stagione positiva e queste sono state le cifre del cordenonese Matteo.
Media punti per gara 6,00  (massimo 19 a Caorle)
Recuperi 2,3
Perse 1,7
Assist 1,5
Rimbalzi 2,3
Media minuti di utilizzo 23
Partenze in quintetto base 5
Esperienza positiva con Matteo che si è guadagnato sempre più spazio specie nei playoff dove ha giocato 26 minuti a gara.
 
 Matteo contro Scaramuzza del Mirano in gara 1 dei quarti

venerdì 16 maggio 2014

Progetto di Collaborazione

  










Le Associazioni Sportive Dilettantistiche
3S BASKET CORDENONS e NUOVO BASKET 2000,
ritenendo positivi i risultati ottenuti dalla collaborazione triennale nata nell’aprile 2011, danno ufficiale comunicazione che la stessa è stata rinnovata. 
L’integrazione tra le 2 realtà, la possibilità di condividere percorsi di eccellenza, la crescita dei ragazzi dei rispettivi settori giovanili, confortano entrambe sulla giustezza delle scelte operate e danno loro slancio per il proseguimento della collaborazione stessa.
Le difficoltà economiche sono un freno a qualsiasi sogno velleitario di poter raggiungere da soli traguardi ambiziosi, ma la nostra forza è e sarà sempre la disponibilità delle persone a credere nella continuità di una gestione societaria che miri sempre e comunque alla crescita dei ragazzi non solo sotto il profilo sportivo.
A breve renderemo noti i dettagli del proseguimento del rinnovato percorso comune. L’occasione di consente di porgere i più cordiali saluti. 

I PRESIDENTI 
(Claudio Tosoni e Walter Lecce)

mercoledì 14 maggio 2014

Allenamento venerdí 16 maggio

L'allenamento di venerdì 16 maggio al Don bosco delle 17.00 é sospeso per poter partecipare al funerale di Gas.

SALUTO A GAS

La Società Pienne Basket ci ha invitati a presenziare alla partita di giovedi 15 maggio alle ore 20,30 con ritrovo al Forum alle ore 20,15. L'entrata per tutti gli atleti della 3S sarà gratuita e verrà ricordato il nostro Gas. L'allenamento dell'U.19 non verrà effettuato.

SALUTO A GAS

Funerale Venerdì alle 15.30 a Fiume Veneto

sabato 10 maggio 2014

GASPAROTTO ANDREA

Domani 11 maggio 2014 ore 19.00 in occasione della finale del Campionato Nazionale U.19 Elite a Grado, ci sarà un minuto di silenzio dedicato al nostro caro Andrea. Per chiunque voglia unirsi, la partenza è alle 17.00 dal Palazzetto di Cordenons.

GASPAROTTO ANDREA



... e di colpo tutto si è spento... musica, luci, colori. La notizia agghiacciante che ci hai lasciati per sempre è arrivata maledetta come un lampo che ti squarcia il cuore e ti ferma il respiro. Rimangono i pensieri, il dolore e negli occhi solo quel tuo dolce sorriso e poi lo sgomento, l'incredulità.... eri insieme a noi la sera prima a Grado a tifare i tuoi amici pieno di entusiasmo e di ardore, eri con noi in pizzeria dopo la partita... eri con noi, si perchè sei e resterai per sempre uno di noi. Ciao Gas. Ti porteremo sempre nel cuore.

UNDER 19 Elite

3S INTERMEK vs BLUCELESTE LECCO  42/43 (8/8; 19/15; 32/33)


La 3S Cordenons Intermek esce a testa alta da queste finali nazionali U19 élite.

In questa competizione ha dimostrato l’attaccamento alla squadra e la dedizione a questa attività sportiva. I ragazzi hanno fatto un deciso passo avanti sia nell’apprendimento di questa disciplina sportiva che nella gestione personale. Chiaramente i margini di miglioramento ci sono sempre, ma ciò che era nei programmi societari è stato raggiunto.

L’approccio a questa gara, che è diventata l’ultima di questa annata sportiva, è stato ‘pesante’; i ragazzi cordenonesi sono solo parzialmente pronti per affrontare impegni simili, considerato che solo in tempi recenti sono riusciti a raggiungere questi traguardi ‘importanti’.

Già nella fase di riscaldamento si notavano facce stanche, soprattutto guardando quelle sia degli avversari del Lecco, sia quelle dei ragazzi delle squadre che avevano disputato la gara precedente (Brescia contro Sam Roma) e quella successiva (S.Paolo Roma contro Spoleto): costoro apparivano più ‘freschi’ e concentrati, probabilmente abituati a sedute di allenamento più numerose con ‘prime’ squadre partecipanti a campionati nazionali.

Va bene così!

Ora si passa all’organizzazione della prossima annata sportiva che, nelle intenzioni della Società, si spera foriera di maggiori soddisfazioni. Questo team è già pronto: quasi tutti i ragazzi (tranne Caragliu e Colussi del ’95) sono in età U19. Sicuramente la Società si attiverà affinchè il campionato U19 che andrà ad affrontare sia organizzato ancora meglio; importante è riuscire a mantenere questa ‘serenità sociale’ che, in questi anni, ha contraddistinto la 3S Cordenons.
3S INTERMEK: Scaramuzza, Anzil 2, Brino 7, Stolfo, Malattia 14 -nella foto-, Canzi 4, Caragliu, Noviello 7, Toppan, Bertola 4, Colussi 4, Mancin.  All.re Montena
TL = 9/23; T2 = 12/37; T3 = 3/14
BLUCELESTE LECCO: Butti 3, Pozzoni 1, Gnecchi L., Giovanzana n.e., Galli 7, Rigamonti 2, Alajmo, Pirovano, Brambilla 25, Polvara 2, Rusconi 3, Gnecchi D..  All.re Redaelli
TL = 12/28; T2 = 10/36; T3 = 3/13
Arbitri: Galassi/Valzani

giovedì 8 maggio 2014

UNDER 19 Elite

3S INTERMEK vs PISTOIA  68/46 (16/8; 31/24; 56/31)

Missione compiuta.
Con questa prestazione l’Intermek agguanta il 2° posto nel girone grazie alla classifica avulsa (Intermek, Virtus Padova e Pistoia a pari punti = 2: Intermek differenza punti = +11; Virtus Padova – che ha perso l’incontro odierno contro Tigullio Basket – differenza canestri = +9; Pistoia differenza canestri = -20); perciò, nel prosieguo di queste finali nazionali, incontrerà Lecco (giovedì 8 maggio alle ore 18,00 a Grado).
Questa contro Pistoia era la gara dentro/fuori: nella formula delle finali, alla fine di questa 1^ fase, la 1^ classificata passa il turno, mentre la 2^ classificata incontra la 3^ classificata di un altro girone (e, ovviamente, viceversa) per determinare la griglia dei quarti di finale. Ambedue le squadre si ‘temevano’ viste le due gare già disputate. Ma se Pistoia, a fatica e per poca convinzione avversaria, ha avuto ragione della Virtus Padova, ciò non si può dire dell’Intermek, per assurdo, ‘forte’ della sconfitta dopo un supplementare contro Tigullio Basket.
E ciò si è visto in campo con l’Intermek che ‘piazza’ un iniziale 6/0 che dà fiducia. Pistoia reagisce, ma si nota che i toscani non riescono ad imporre il proprio gioco, sottoposti alla continua pressione difensiva dei cordenonesi. Comunque riescono ad avvicinarsi a -2 (10/8 all’8’) prima di subire un altro 6/0 nel finale di quarto.
Nel secondo quarto il coach cordenonese non riesce ad individuare il quintetto più ‘equilibrato’ e così Pistoia approfitta per generare un break beneaugurante di 0/11 (16/19 al 15’) e, dopo un 5/5, confermare il massimo vantaggio di +3 (21/24 al 16’). Ma sarà l’ultimo vantaggio toscano: da qui inizia la progressione cordenonese con un break di 10/0 per il +7 di fine quarto.
Nel terzo quarto procede questa ‘progressione’ con un altro break di 17/3, corroborato anche da 3 triple, per il 48/27 del 27’. E non si ferma qui perché, dopo l’8/4 che porta il quarto alla conclusione, ad inizio 4° quarto l’Intermek raggiunge il massimo vantaggio a quota +29 (60/31 al 32’).
Pistoia ha un sussulto d’orgoglio che la porta a creare un break di 2/15 (62/46 al 37’); ma non è sufficiente, perché l’Intermek si ricompatta e, visto che il traguardo principale della vittoria a +7 per conquistare il 3° posto in classifica è praticamente raggiunto, per evitare ulteriori sorprese attacca con più attenzione anche perché il traguardo ‘secondario’ del +21 per conseguire il 2° posto in classifica era a portata.
Bene! 5/0 = +22 finale e 2° posto in classifica conquistato.
3S INTERMEK: Scaramuzza 4, Anzil 18 -nella foto-, Brino 5, Stolfo 2, Malattia 15, Canzi, Caragliu 2, Noviello 6, Toppan 2, Bertola 14, Colussi, Mancin.  All.re Montena
TL = 10/19; T2 = 23/48; T3 = 4/17
PISTOIA: Lucherini n.e., Marchioro 8, Natali 9, Manfra A. 2, Zini 4, Orlandini, Pelucchini 7, Macigni 3, Leombruno, Chetoni 9, Giusti 4, Morelli.  All.re Manfra M.
TL = 9/14; T2 = 11/28; T3 = 5/24
Arbitri: D’Errico/Cattani

UNDER 19 Elite

TIGULLIO BASKET vs 3S INTERMEK  75/68 (16/21; 26/29; 47/42; 62/62)
C’è voluto un tempo supplementare alla squadra ‘multinazionale’ del Tigullio Basket di S.Margherita Ligure per avere ragione dei ‘nani’ cordenonesi. Infatti i ragazzi dell’Intermek stavano quasi per ‘fare la festa’ ad una squadra che, il giorno prima, aveva vinto ‘comodamente’ di 25 punti con Pistoia (che oggi ha regolato la Virtus Padova per 59/57).
Per i cordenonesi l’incontro odierno si presentava quanto mai arduo in quanto il team ligure consta principalmente di un quintetto ‘completo’ e talentuoso: questi 5-giocatori-5, certamente, daranno molto filo da torcere agli avversari nel prosieguo di queste finali nazionali. Ma l’Intermek ha una caratteristica che cerca di compensare alla mancanza di statura: pressione di squadra costante per tutti i 40’ volta a costringere gli avversari a conclusioni affrettate fuori equilibrio.
La gara: parte bene il Tigullio ma riesce a conservare il mini-vantaggio solo grazie ai tiri liberi (peraltro con ottima percentuale); nel finale di quarto, però, l’Intermek aumenta la pressione difensiva ed in attacco ‘trova’ pregevoli canestri frutto di azioni corali.
Nel secondo quarto aumenta l’agonismo con la spasmodica ricerca della conclusione individuale da parte dei liguri. Conseguenza: per 4’ non segna nessuno; la prima marcatura è un tiro libero ligure. Il resto del quarto si caratterizza per l’equilibrio nel punteggio, che rimane ‘basso’ (10/8).
Anche il terzo quarto mantiene il refrain del quarto precedente: soluzioni individuali da parte ligure ed azioni di squadra da parte cordenonese. Il Tigullio passa avanti con un break di 17/6 (45/39 al 29’) grazie anche al 9/12 ai tiri liberi.
Nell’ultimo quarto i liguri allungano (54/46 al 35’); ma i cordenonesi non ci stanno ed in 4’ si portano in vantaggio con un break di 3/12 (57/58). Qui si gioca punto a punto per riuscire a vincere: tiro da fuori + 2 tiri liberi da bonus per Tigullio (61/58 a -40”); canestro da sotto 3S; 1/2 ligure nei tiri liberi da bonus a -9” (62/60). Time-out. Rimessa facendo arrivare velocemente la palla sotto canestro: semi-gancio e tempi supplementari.
Nel supplementare canestro iniziale cordenonese (62/64): e qui inizia lo show di Delibasic che, con due triple ed un tiro piazzato (+ altra tripla di un suo compagno), crea il divario sufficiente per vincere questa gara impegnativa.

Per l’Intermek la prossima gara sarà domani mercoledì 7 maggio alle ore 18,00 a Monfalcone.

TIGULLIO BASKET: Delibasic 36, Zolesi 7, Pincione 3, Crovo n.e., Tiraboschi n.e., Altemani 3, Valera n.e., Zolezzi, Wintour 9, Martin Garcia 17, Caversazio n.e..  All.re Macchiavello
TL = 27/41; T2 = 15/39; T3 = 6/19
Fallo antisportivo: Delibasic
3S INTERMEK: Scaramuzza, Obiri, Anzil 16, Brino 5, Stolfo 7, Malattia 8, Canzi 2, Noviello 6, Toppan 10 -nella foto-, Carbone, Bertola 14, Mancin.  All.re Montena
TL = 8/10; T2 = 27/56; T3 = 2/12
Uscito 5 falli: Toppan
Arbitri: Catani/Barbieri

martedì 6 maggio 2014

Finali nazionali U.19 Elite

             
                      Giovedì 8 maggio 2014

Ore 18.00  Intermek 3S Cordenons - Blu Celeste Bk Lecco   - Grado Palazzetto dello Sport


                      Mercoledì 7 maggio 2014

Ore 18.00  Intermek 3S Cordenons - Pistoia Basket 2000   68 - 46       (16-8 / 31-24 / 56-31)

Ore 18.00  Virtus Basket Padova - Tigullio Sport Team    41 - 53



                   Martedì 6 maggio 2014
Ore 14.00  Virtus Basket Padova - Pistoia Basket 2000    57 -  59

Ore 16.00   Intermek 3S Cordenons - Tigullio Sport Team  68 - 75  (21-16/29-26/42-47/sup 62-62)


               
                        Lunedì 5 maggio 2014

Ore 14.00  Virtus Basket Padova  -  Intermek 3S Cordenons   71  -  60   (13-13 / 32-34 / 57-45)                                                                             
Ore 16.00  Tigullio Sport Team  -   Pistoia Basket 2000           85 - 62                                                                                     


Tutte le partite saranno trasmette in Streaming
- quelle a Monfalcone da FVG Sport Channel
- quelle a Grado da pianetabasket.com

lunedì 5 maggio 2014

UNDER 19 Elite

VIRTUS PADOVA vs 3S INTERMEK  71/60 (13/13; 32/34; 57/45)

E’ cominciata l’avventura della squadra U19 dell’Intermek alle finali nazionali che si disputano a Grado e Monfalcone.
Nella prima gara del girone C, a cui appartiene, si trova ad affrontare i coetanei della Virtus Padova. Sin dalla fase di riscaldamento si nota l’evidente prevalenza fisica dei padovani; d’altronde già si sapeva ed è per questo che la gara contro Spilimbergo poteva rappresentare un ottimo test in vista di queste finali. Controllando poi le altre due formazioni del girone (Tigullio Basket e Pistoia) si è avvalorata questa certezza.
Ma ciò non rappresenta un alibi: è solo una constatazione che non può che rafforzare la voglia di impegnarsi di più.
E ciò che succede in questa gara, almeno nella prima parte. Infatti, come al solito, la partenza vede in campo le due formazioni molto guardinghe, che si temono e rispettano: se sono arrivate sin qui un motivo c’è!
Dopo un iniziale 3/8, coach Friso è costretto a cercare in panchina qualche soluzione e la trova con due cambi che permettono alla Virtus Padova di rimontare e passare in vantaggio, soprattutto con i 7 punti di uno dei due cambi. Da qui, anche a causa di troppa precipitazione e segnando poco, si arriva alla chiusura del quarto in parità.
Nel secondo quarto l’Intermek, dopo la parità a quota 18 (12’), subisce un momentaneo 4/0 che rintuzza con un contro-break di 0/7. Quindi mantiene questo mini-vantaggio sino alla fine del quarto.
La svolta avviene nel terzo quarto: contrariamente al solito, quando nel terzo quarto l’Intermek ‘piazzava’ dei break positivi importanti, dopo avere raggiunto il massimo vantaggio (38/43 al 25’), va in black-out ed in 5’ subisce un break (che risulterà decisivo) di 19/2.
A nulla vale lo sforzo profuso nel quarto finale che riesce solo a ridurre poco lo svantaggio (51/60 al 33’ e 60/69 al 39’). In questo quarto una certa ‘complicità’ deriva anche dal 2/8 ai tiri liberi. Già quei famigerati tiri liberi! (Intermek = 47%; Virtus Padova = 74%).

Domani, martedì 6 maggio alle ore 16,00 a Grado, l’Intermek incontrerà il Tigullio Basket, che ha vinto contro Pistoia per 85/62.
VIRTUS PADOVA: Bonetto 15, Destro n.e., Calzavara 7, Gallocchio 8, Berto 11, Peghin 7, Malachin 1, Ferrara 11, Garavello, Mezini 4, Allegro 7, Turi n.e..  All.re Friso
TL = 17/23; T2 = 21/42; T3 = 4/16
3S INTERMEK: Scaramuzza, Anzil 8, Brino, Stolfo 2, Malattia 18, Canzi, Caragliu, Noviello 11, Toppan, Bertola 18 -nella foto-, Colussi, Mancin 3.  All.re Montena
TL = 10/21; T2 = 19/44; T3 = 4/10
Uscito 5 falli: Bertola
Arbitri: Puccini/Miniati

Promozione

S.VITO TAGLIAMENTO vs 3S DOLOMIA  53/81 (21/17; 31/38; 41/57)
 
E sono 49! Esordiscono in questo campionato Corazza, Gerometta e Bragagnolo.
Questa è l’ultima gara di campionato: l’avversaria odierna è stata alquanto altalenante, con azioni sì ben impostate, ma con conclusioni qualche volta imbarazzanti.
Di contro la Dolomia ha esibito un gioco più ‘tecnico’ ben finalizzato, di volta in volta, da Bubanja -nella foto-, Zaccheo e Brunetta; si è visto inoltre un ‘insolito’ Della Mora che ha sì ‘cannato’ al tiro (1/6 da 2 + 0/3 da 3), ma che si è dedicato molto per la squadra, combinando 8 recuperi + 5 assist.
La gara è durata un quarto e mezzo (26/26 al 15’): poi un parziale di 5/12 Dolomia ha chiuso il secondo quarto.
Nel terzo quarto la decisione: break iniziale Dolomia di 0/9 con successivo black-out (contro-break di 7/0); nuovamente un break di 0/10 e 3/5 ai liberi nel minuto finale da parte di S.Vito per il +16 Dolomia di fine quarto.
Nel quarto finale, dopo un 3/3 di Montero, show di Brunetta (3/3 nelle triple) intervallato da un delizioso canestro di Corazza e da una penetrazione di Zaccheo (47/72 al 37’). Quindi inizio di ‘garbage time’ dove si evidenziava la tripla di Barbaresco.
Come detto è stata l’ultima gara di questo campionato-scuola per la 3S. E’ stato sicuramente importante per la costruzione tecnica dei ragazzi che hanno potuto ‘provare’ a conoscere le ‘magate’ che si usano per conquistare quei 5 cm. utili ad eseguire il tiro più in equilibrio. Poi è servito a conoscere le difese a zona e come fronteggiarle. Inoltre è stato utile per ‘mescolare’ i ragazzi delle varie annate in modo che si conoscano meglio, sia personalmente sia tecnicamente.
Bene! E’ pensabile che la Società 3S Cordenons sia rimasta soddisfatta di ciò e che sia seriamente intenzionata a ripetere questa esperienza che, sicuramente, sarà utile anche per l’allestimento della squadra militante in serie D senza andare alla ricerca di talenti in casa d’altri: costoro si formano in casa, basta continuare a lavorare in maniera seria e costruttiva.
 
S.VITO TAGLIAMENTO: Scaramuzza, Tracanelli S. 5, Riva 4, Montero 6, Fregonese 4, Falcomer 6, Tesolin, Tracanelli G. 4, Venier 3, Zanette 16, Boi 5, Finos.  All.re Coassin
TL = 9/24; T2 = 19/45; T3 = 2/12
 
3S DOLOMIA: Lecce 9, Brusadin 7, Corazza 2, Zaccheo 14, Brunetta 12, Gerometta 4, Barbaresco 3, Bragagnolo, Della Mora 2, Gasparotto 12, Bubanja 16.  All.re Celotto Matteo
TL = 10/15; T2 = 25/52; T3 = 7/20
 
Arbitri: Corrias/Piasentin

sabato 3 maggio 2014

UNDER 17 Eccellenza

LEONCINO MESTRE vs 3S EDILNARCISO  75/43 (16/16; 30/30; 49/35)

Finisce qui l’annata sportiva 2013/14 della squadra U17 della 3S.
Beh! Non è finita nel migliore dei modi, ma i ragazzi hanno tentato di andare contro il pronostico: il tentativo è durato 23’, poi c’è stata la resa davanti ad una squadra più fisica e più ‘scafata’.
Infatti la partenza dell’Edilnarciso prometteva bene: nonostante ci siano voluti 3’ perché qualcuno in campo segnasse, i cordenonesi cercano di ‘prendere le misure’ dei più alti mestrini. Così, senza break particolari, termina il primo quarto in parità.
Parità che viene conservata anche nel secondo quarto, con l’Edilnarciso che raggiunge il massimo vantaggio di +6 in due occasioni (18/24 al 15’ e 22/28 al 17’). Qui si verifica la prima reazione mestrina, che impatta a fine quarto soprattutto con tiri liberi.
Nel terzo quarto, dopo la parità del 23’ a quota 32, il Leoncino inizia a far arrivare il pallone sotto canestro creando così, abbastanza facilmente vista la prevalenza ai rimbalzi, il break decisivo di 17/3.
Nel quarto finale i mestrini, forti anche di una tecnica più collaudata, insistono nel cercare di dilatare il divario creando un altro break di 14/2 che mette la parola ‘fine’ alla gara.
In occasione della chiusura di questo campionato si può dire che per l’Edilnarciso è stato sicuramente un anno positivo, forse più del previsto.
Certo! Di strada ce n’è da fare! Ma la voglia c’è.
Ora è tempo di ‘rivedere’ questo ‘film’ del campionato per analizzare ciò che è stato fatto e quello che c’è da fare. Il lavoro in palestra ha dato frutti, ma bisogna raccoglierne ancora tanti di più. Non si finisce mai di citare i vicini slavi circa i metodi, sia tecnici che psicologici, da adottare per crescere competitivi; purtroppo non sono mai troppi coloro che riescono a realizzare in palestra questa ‘pratica’, anzi! La fatidica mano, in questo caso, ha troppe dita …
Per finire, un augurio sincero da parte di tutta la Società 3S Cordenons alla società Leoncino Mestre per un prosieguo di campionato foriero di soddisfazioni.
Un augurio anche per la Società 3S: è sperabile che questo gruppo  non si ‘sfaldi’ nel prossimo anno sportivo.
 
LEONCINO MESTRE: Pasini n.e., Fabris 12, Bassetto, Frattina 9, Licciardi 2, Lazzarin 2, Calzavara 16, Culotta 2, Marini 12, Sbrogiò 4, Rubbo 12, Salerno 4.  All.re Toffanin
TL = 7/15; T2 = 25/49; T3 = 6/18
 
3S EDILNARCISO: Carbone, Foresto, Castellarin, Sellan 3, Gri 5, Diana 6, Bomben 15, Bellucci, Franco, Noviello 12, Rado 2, De Nardo.  All.re Montena
TL = 7/20; T2 = 15/42; T3 = 2/15
Fallo antisportivo: Carbone
 
Arbitri: Zangrando/Davanzo

Spareggio U.17 Eccellenza

Oggi alle 17.30 spareggio interregionale campionato U.17 Eccellenza tra Junior Basket Leoncino ed Edil Narciso 3S Cordenons al PalaCicogna piazzale Dei Dogi 1 a Ponzano Veneto (TV).


                      Junior Basket Leoncino  -  Edil Narciso 3S Cordenons
1 quarto                        16                                       16                
2 quarto                        30                                       30
3 quarto                        49                                       35    
Finale                           75                                       43




             

venerdì 2 maggio 2014

Riflessioni Torneo di Vienna

Può tradire il meteo, può tradire un tiro, possono tradire le linee di fondo campo, può tradire il tifo, la mensa, la metropolitana, un tram, la cosa che non tradisce mai è la squadra. La squadra si sostiene, si autoalimenta, si modifica, si espande o si contrae, ma non tradisce, e tutto questo lo fa se ha un contesto dove riesce ad esercitare al meglio il suo essere risorsa. Il contesto di un grande torneo, all’estero, dove i ragazzi sono soli con la loro squadra è una palestra d’eccellenza agli esercizi della squadra. Un momento educativo particolarmente forte, intenso, dove i ragazzi vivono e condividono con i compagni di squadra tutti i momenti e tutti gli stimoli di una giornata. Un luogo e un tempo dove le situazioni hanno il tempo di nascere, di essere gestite e di essere risolte, dove non c’è tempo per portare avanti rancori o congetturare, dove la bellezza del contesto e la “fame” di esperienza stimolano nei ragazzi l’esternazione di tutti i mezzi che hanno a disposizione per affrontare e risolvere le situazioni. A questo si unisce l’assenza delle normali strutture di tutela, di sicurezza, la famiglia, gli amici più stretti, non ci sono mediazioni o giustificazioni, non si può seguire un alibi, si è “costretti” ad affrontare qualsiasi cosa. E non c’è nulla di più formativo che l’esperienza diretta, la sperimentazione che oltre a fornire risultati in termini di conoscenza risponde anche al bisogno adolescenziale. In un contesto di torneo i ragazzi sperimentano, sperimentano se stessi e sperimentano gli altri, e si sperimentano con gli altri. Indagano le proprie emozioni, le proprie reazioni, i propri limiti. Prendono coscienza di quello che possono e non possono fare, ed è il gruppo, la squadra appunto, a fare da termometro, a limare le esuberanze e a stimolare le lacune. L’adulto vigila, stimola, crea e costruisce i contesti, sono i ragazzi però a viverli. Non propone situazione suggerendo risultati, non offre soluzione ai problemi e ai disagi, ma stimola costantemente il ragazzo ad attingere alle proprie risorse e a quelle del gruppo nella formulazione di soluzioni, non fornisce espedienti o rimedi, ma strumenti. È il processo di eduzione di mezzi e di creazione di strumenti che forniscono al ragazzo “esperienza” per crescere. I ragazzi non hanno bisogno di scappatoie o facili risultati, ma di sostegno nel percorso per ottenerli, esperienza nel raggiungerli. In un contesto di essenzialità, dove le comodità sono presenti, però ridotte all’osso, dove tutto quello che serve c’è, è l’ “in più” che manca, i ragazzi vivono e riscoprono la semplicità dei rapporti umani, della relazione. Tutto è, diventa e si riconduce alla relazione. Dal risveglio vicino ad un compagno di squadra, al pranzo in fila con altri mille ragazzi di mille nazionalità, alla protesta con l’arbitro, all’approccio con la squadra femminile, tutto è relazione, relazione cercata, voluta o dovuta, diventa però un esercizio di identità fortissimo, perché non esiste mediazione comunicativa, c’è solo la propria faccia e la propria voce, e dove questo non è sufficiente arriva la squadra a sostenere. Identità personale e identità di squadra, spirito di corpo. Che si allarga, e porta i ragazzi a riconoscersi non solo nella società di appartenenza, ma anche nel macro gruppo della corriera, nel grande gruppo di quelli che dormono nella stessa scuola, nel super gruppo di tutti gli Italiani presenti al torneo, nel popolo del torneo stesso. Senza lo spettro del campionato, dell’identità societaria, della rivalità campanilistica, tutti ragazzi, tutti amici. Il risultato più grande è vedere squadre che si tifano a vicenda, dinamiche di gruppo che si allargano, indipendenze che crescono, identità che si consolidano, in un teatro incredibile dove va in scena l’adolescenza tutta.
Paolo Bergamasco

24 ore Cervignano

AQUILOTTI 2004 3S BASKET CORDENONS
La 17esima partita del torneo è quella che ci compete.
E' una partita vera, come tutte le altre, e giochiamo sul campo centrale del Palazzetto di Cervignano.
Siamo della squadra marrone e partiamo con uno svantaggio di oltre 100 punti. I gialli sono stati fino adesso più forti, ma noi in campo non temiamo nessuno.
I valorosi otto aquilotti, supportati da tre super scoiattoli, partono subito alla grande e, punto dopo punto, riescono a ridurre lo svantaggio dei brown sotto la tripla cifra.
A metà partita, il "salame time" è stato meritatamente conquistato da Riccardo, dopo uno dei numerosi canestri che ha segnato.
Ora è compito di chi ci segue continuare a rosicchiare punti ai gialli, noi abbiamo fatto il nostro e andiamo a mangiare.
Un doveroso ringraziamento all'organizzazione dell'ABC Cervignano che ci ha ospitato e offerto un gustoso pranzetto, ai genitori che hanno dedicato il loro "primo maggio" al basket e ai valorosi atleti della 3S.
 
 In basso da sinistra; Federico M., Michele C., Thomas, Riccardo, Federico C., Michele M.
In piedi da sinistra; Coach Marco, Antonio, Adam, Andrea, Aaron, Lorenzo


 
La grande abbuffata!


giovedì 1 maggio 2014

24 ore Cervignano

Tre sono le formazioni che quest'anno partecipano alla 24esima edizione della  "24 ore di Basket" di Cervignano del Friuli.
Hanno iniziato gli Under 17 Eccellenza di Coach Paolo Montena che si sono battuti con gli Under 19 della locale ABC, dando il via alle partite di questa edizione.
A seguire, una rimaneggiata Under 21 guidata da coach Celotto, si è confrontata con la formazione dell'Associazione Sportiva "G. Schultz".
L'elettrizzante incontro si è concluso punto a punto ed è stato infiammato dalla Bomba di Lecce che, al ventesimo minuto di gioco, si è guadagnato il "salame time".
Oggi pomeriggio alle 13 gli Aquilotti 2004 incontreranno i pari età dell'ABC Cervignano per concludere questa nostra massiccia partecipazione all'evento.

Foto di gruppo dell'U17 Ecc. con gli U19 del Cervignano

La panchina scalpita, coach Celotto è in posa per le foto e dimentica di fare i cambi! Il Brusa lo richiama al suo dovere.
 
 Parte del gruppo U21 con l'A.S. "G. Schultz"