giovedì 31 ottobre 2013

SERIE D

CUSSIGNACCO vs INTERMEK CORDENONS 67/60 (15/13; 32/31; 42/45)

Non ce la fa l’Intermek ad invertire la tendenza perdente: questa volta il tiro pesante ha funzionato. Ma è il cosiddetto ‘tiro piazzato’ a mancare (4/21); inoltre anche la presenza a rimbalzo è stata evanescente (16 rimbalzi in attacco di Cussignacco).
Cussignacco è partito bene (9/1 al 3’): poi, nonostante pregevoli assistenze (13 alla fine), ha cominciato a sbagliare tiri facili. La gara così si è incanalata in un’alternanza di mini-break (27/21 3S al 6’ del 2° quarto con Portolan/Bertolla; 38/33 Cussignacco al 5’ del 3° quarto).
All’inizio del quarto finale, dopo due triple Cussignacco (Lauzana/Clocchiatti) con +3 per Cussignacco, saliva in cattedra il professor Pitis il quale combinava da solo un break (che risultava decisivo) di 13/6 (61/51 al 7’). A nulla è valso lo sforzo di Scottà, Celotto e Marella nel finale.
CUSSIGNACCO: Lauzana 14, Lazzati Alessandro 10, Gesuele n.e., Pascoli 4, Tarvis n.e., Kalc 3, Fortunato 1, Lazzati Alberto 2, Bigotto 2, Clocchiatti 7, Aiello n.e., Pitis 24.  All.re Morelli
TL = 7/10; T2 = 24/58; T3 = 4/10
Antisportivo: Lazzati Alessandro
3S INTERMEK: Lecce 3, Celotto 9, Bertolla 6, Brunetta, Cauz 2, Scottà 9, Martin 8, Portolan 11, Bubanja 4, Marella 8.  All.re Fantin
TL = 10/18; T2 = 16/44; T3 = 6/17
Antisportivo: Portolan

Arbitri: Pellicani/Cristofoli

mercoledì 30 ottobre 2013

UNDER 19 ELITE

3S INTERMEK CORDENONS/UDINE A.P.U.  64/57  (15/16; 25/29; 46/43)
C’era attesa da parte degli addetti di vedere questo incontro fra due squadre che si conoscono oramai molto bene, essendo ambedue composte quasi totalmente da ragazzi del ’96 e ’97.
E’ stata una gara bella agonisticamente ed anche tecnicamente, al di là degli errori al tiro: mix di difesa a zona ed individuale da parte di coach Bredeon (avendo una squadra fisicamente più sviluppata), individuale con pressione a tutto campo per coach Montena.
Il punteggio si è mantenuto fino al 9’ del 3° quarto altalenante con vantaggi massimi di 4 punti sia per l’Intermek (20/16 al 4’ del 2° quarto) sia per l’A.P.U. (35/39 al 7’ del 3° quarto).
Dopo l’ultima parità (43/43 al 9’ del 3° quarto) l’Intermek iniziava ad erodere un vantaggio importante grazie ad un break di 7/0 a cavallo fra 3° e 4° quarto, che poi manteneva sino alla fine della gara.
In questo frangente illuminate sono state due conclusioni da fuori di Brino.


3S INTERMEK: Scaramuzza 1, Obiri, Anzil 3, Brino 9, Stolfo 2, Malattia 11, Mancin 6, Canzi 3, Gri 14, Toppan, Stefan, Bertola 15.  All.re Montena.
TL = 12/18; T2 = 20/43; T3 = 4/14
Uscito per 5 falli: Gri
A.P.U. UDINE: Fonzo 1, Trevisini 10, Sant 9, Bulian 11, Feruglio P. 6, Bon G., Bon D. 4, Maran, Santini 14, Paoloni 2, Feruglio A..  All.re Bredeon
TL = 19/23; T2 = 10/25; T3 = 6/16
Uscito per 5 falli: Trevisini e Santini. Antisportivo a Sant
Arbitri: Serafino/Badarac

martedì 29 ottobre 2013

UNDER 17 ECCELLENZA

3S EDILNARCISO CORDENONS vs TRIESTE JADRAN 76/45 (12/17; 37/27; 62/31)


Molta curiosità per la gara odierna stante la presenza di due “santoni” del basket quali sono Vatovec e Montena: infatti si è visto del buon basket in campo con alternanze nel punteggio fino al 6’ del 2° quarto (23/23). Qui si verificavano i momenti tecnici della gara: ad un mini-break di 0/4 (autori Furlan e Gelleni) la 3S rispondeva con altrettanto mini-break di 4/0 (Bomben/Franco) che costringeva coach Vatovec a chiamare time-out per richiamare i suoi ad una maggior attenzione. Ma invece approfittava coach Montena per cambiare qualche marcatura e così era la 3S a trarre beneficio dal time-out con un break di 10/0 chiudendo con questo vantaggio il 2° quarto. Nel terzo quarto coach Montena puntellava ulteriormente la formazione e per Jadran iniziava la “crisi” (5’ = 52/29 e 10’ = 62/31) chiudendo il quarto con un parziale definitivo di 25/4.

3S EDILNARCISO: Carbone 2, Foresto 4, Castellarin 2, Sellan 6, Gri 16, Bomben 4, Franco 9, Noviello 18, Mezzarobba 3, Stefan 7, Bernardotto 1, Tushe 4. All.re Montena
TL = 6/10; T2 = 29/58; T3 = 4/16

TRIESTE JADRAN: Grgic, Furlan 6, Coloni, Tul 2, Usaj 18, Crismani 6, Zidarich, Bianchini, Daneu 4, Gelleni 9, Bandi. All.re Vatovec
TL = 13/20; T2 = 16/42; T3 = 0/10

Arbitri: Poles/Toffolo

SERIE D

 3S INTERMEK CORDENONS vs CASARSA 57/64 (19/12; 32/34; 46/52)

Nello sport del basket è noto che vince la squadra che riesce a far passare il pallone ATTRAVERSO il ferro. Basta scorrere le cifre e si desume che Casarsa ha sportivamente adempiuto a tale compito, mentre Cordenons no. Detto questo la gara è stata combattuta da ambedue i fronti (magia del derby) con divari minimi fino a metà del 4° quarto (54/56).
Ma qui Casarsa è più attenta con il canestro da 3 di Cristofoli e la penetrazione di Jones: gara pressochè terminata. Cordenons riesce solo ad andare in lunetta (3/4), ma anche Casarsa fa lo stesso (3/4).
Casarsa riesce bene a ruotare 7 giocatori e mantenere sempre la calma. Individualmente bene l’esperto Cristofoli (solo 2/3 al tiro ma 4 rimbalzi, 3 recuperi e 2 assist), Dalmazi (3/5 da 2 + 1/3 da 3 e 2 assist), Jones (5/10 da 2 + 6 rimbalzi) ed il “veterano” Pivetta (4/6 da 2 + 1/3 da 3 + 9 rimnalzi).
Per Cordenons la nota lieta viene dai giovani: coach Fantin ha mantenuto per 4’ in campo, a cavallo fra 1° e 2° quarto, il quintetto Brino-Malattia-Bertola (tutti ’96) in compagnia di Bubanja (’94) e Brunetta (’93) (plus/minus = 0). Per il resto le tacche dei mirini individuali sono ancora da tarare (i 72 tiri contro i 46 del Casarsa si commentano da soli!).

3S INTERMEK: Lecce 2, Celotto 12, Bertolla 2, Brino 5, Brunetta 5, Cauz, Malattia 6, Scottà, Portolan 2, Bertola 1, Bubanja 2, Marella 20. All.re Fantin
TL = 12/19; T2 = 21/51; T3 = 1/21

CASARSA: Cremonesini, Morello n.e., Bondelli 2, Mecchia 9, Cristofoli 7, Troia, Franzin 7, Dalmazi 12, La Penna, Jones 14, Fabbro, Pivetta 13. All.re Ciman
TL = 15/18; T2 = 17/31; T3 = 5/15

Arbitri: Zannier/Iaia

sabato 26 ottobre 2013